Select Page

THE BLACKLIST CONTROLLO DELLA MENTE

THE BLACKLIST  CONTROLLO DELLA MENTE

The Blacklist Controllo della Mente Circolo dei Tignosi Blog

The Blacklist Controllo della Mente

The Blacklist è una serie televisiva statunitense dove il principale protagonista è James Spader. Non è un attore stellare, così come nel ruolo di Raymond “Red” Reddington la sua recitazione si mantiene negli standard richiesti dal ruolo interpretato. Anche il plot della serie è piuttosto ripetitivo ma alcuni argomenti affrontati durante le singole puntate offrono lo spunto per ulteriori approfondimenti.
Nella a serie tv datata 2013 Reddinton, per un oscuro e misterioso motivo, decide di mettere a disposizione dell FBI tutte le sue conoscenze del mondo criminale consentendo all’Agenzia di arrestare i peggiori delinquenti del pianeta. Ogni puntata tratta la storia e la successiva cattura di un criminale ma non sempre si tratta di semplice criminalità, si tratta anche di esponenti di un potere oscuro ce sembra governi il mondo.
Tra tutte, troviamo interessante la quarta puntata della seconda serie:  Dr. Linus Creel, dove cittadini inconsapevoli sono usati come cavie di laboratorio.

Controllo della mente, esperimenti di psicologia sociale: seguendo un preciso schema si vuole dimostrare come sia possibile controllare un essere umano, se se ne conosce la sua personalità  ma soprattutto il suo DNA.
L’esperimento che sta attuando il dottor  Creel deriva direttamente dal progetto sul Genoma Umano: se nel DNA di un individuo si trova il gene per la predisposizione al cancro, si può individuare anche il gene per la predisposizione alla violenza.
Molto lombrosiana, come teoria. Lombroso individuava i criminali tramite caratteristiche fisiche. Il progetto Genoma è molto più sofisticato ma parte dallo stesso principio secondo il quale  la violenza è nella nostra struttura molecolare.

Ma torniamo al dottor  Creel. Quale medico psicologo ha l’opportunità di avvicinare pazienti idonei ad essere utilizzati come cavie per dimostrare le sue teorie.
Lo schema che impiega è piuttosto semplice e si divide in tre fasi principali più una fase finale che porteranno all’attivazione del soggetto:

  • Fase uno

Interruzione impegni, routine, vita quotidiana. Tutte le certezze che regolano la vita del soggetto sono scardinate. Perdita del lavoro, fine di un rapporto sentimentale importante, senza reddito e senza affetti la vita del soggetto inizia a imboccare una strada che sembra senza ritorno;

  • Fase due indebolimento del senso di autostima

I problemi esistenziali del soggetto iniziano a diffondersi come metastasi di un cancro. Aumento dello stress; incapacità di gestirlo perché il soggetto si ritiene troppo debole e disarmato di fronte a problemi che reputa enormi e difficili da risolvere;

  • Fase tre recidere il legame emozionale primario

Si interrompe il legame emozionale primario, ovvero l’appartenenza ad un gruppo. Il soggetto non ha più interazione con i membri del suo gruppo sociale (famiglia, gruppo amicale) né vincoli emotivi. I rapporti diventano di tipo impersonale e dettati solo da scopri pratici.

La perdita dell’appartenenza ad un gruppo rappresenta un lutto e può essere vissuta come una grave minaccia alla propria esistenza, un’amputazione di una parte di sè. Spesso si accompagna alla percezione di non poter sopravvivere senza l’altro e ad una visione catastrofica della vita e del mondo.

  • Fase finale

Il soggetto è innescato. Tristezza, solitudine, nostalgia, paura, disperazione, angoscia, rabbia, rancore, rimpianti e sensi di colpa con i rispettivi correlati di aggressività e depressione: sono stati emotivi che portano inevitabilmente alla violenza contro il mondo che ci ha rifiutato.

Vi ricorda qualcosa, questo racconto? Riuscite a vedere la correlazione con la supposta crisi che sta vivendo la nostra società? Riuscite a vedere il nesso tra le fasi dell’esperimento del dottor  Creel con l’aumento dell’aggressività che si è abbattuta sul nostro Paese?

Informazioni sull'Autore

Circolo dei Tignosi

Grafico Pubblicitario con l’hobby della scrittura e l’attitudine alla provocazione. Non ha potuto fare nella vita ciò che voleva, si sfoga con il web. Attivista, creatrice e sostenitrice di Movimento Alieno perché … non si sa mai. Il Circolo dei Tignosi è il Blog dove contano le domande perché è nelle domande che si trovano le risposte.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Ultimi Tweets

Newsletter

Partners

Etruscan Corner il Portale delle Eccellenze dell'Etruria   Wobba-Jack Tattoo and Art Visita il Sito

Categorie

Archivi

Iscriviti all NostraNewsletter

Iscriviti all NostraNewsletter

Ricevi una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Iscrizione Confermata!