Presidenti Parenti Circolo dei Tignosi Blog

Presidenti Parenti

Ad una conferenza che aveva come argomento principali gli Alieni e gli Antichi astronauti, è stato appena accennato il fatto che i Presidenti degli USA fossero tutti imparentati tra loro.
Se è vero che comandano sempre gli stessi soggetti, allora si spiegherebbero tante cose.
Per prima, si spiegherebbe come mai i politici,  gli stati, i governi riescono sempre a mettersi d’accordo per fotterci.
Si spiegherebbe perché nelle nostre democrazie, per le quali siamo convinti che il nostro voto sia il motore primario,  chi vince, alla fine, fa l’esatto contrario di quello che ci ha promesso, riuscendo a mettersi d’accordo con la finta opposizione e fotterci.
Si spiegherebbe perché non cambia mai niente. Il sistema è ben oliato, provato e verificato: squadra che vince non si cambia. Soprattutto se va bene per fotterci. E non lamentiamoci che niente funziona. Funziona tutto benissimo perché è così che deve essere. Compreso il fatto che noi ci si debba lamentare in continuazione. Anzi, dobbiamo lamentarci perché è previsto. E chi comanda ci blandisce mentre in realtà pensa solo a come fotterci.
Si spiegherebbe anche l’ultimo caso, in ordine cronologico, che riguarda il referendum fasullo svolto in Grecia dove il popolo chiede una cosa e chi comanda impone quello che comunque era già stato stabilito.
La volontà popolare non conta nulla.
Si spiegherebbe perché, per una persona qualsiasi, è assolutamente difficile se non, a volte, impossibile, raggiungere posti di rilievo.

Facciamocene una ragione: noi persone normali non ce la faremo mai a raggiungere ruoli determinanti per decidere e ad attuare soluzioni che renderebbero la nostra esistenza migliore.
Il primo Presidente di colore degli USA che tutti hanno salutato come la massima espressione di democrazia, Barak Obama è cugino niente meno che di G.W. Bush.
Evidentemente, in quel preciso momento storico serviva un uomo che rappresentasse le minoranze (cosiddette). Gli è stato assegnato anche un Nobel per la Pace, in anticipo, sulla fiducia, mentre per tutto il suo mandato ha dimostrato che aveva in testa ben altro che la pace. Il primo atto della sua presidenza sarebbe stato chiudere la prigione – vergogna di Guantanamo.

Era stata la prima promessa di Obama appena entrato alla Casa Bianca nel gennaio del 2009: chiudere entro 12 mesi Guantanamo, e insieme al carcere di Cuba, simbolicamente, chiudere anche l’era di George Bush, del terrorismo, delle guerre americane.

Invece Guantanamo è ancora lì.

Se torniamo indietro nella genealogia, vediamo che tutti discendono da Giovanni senza Terra (John Lackland) re d’Inghilterra del XII secolo e discendente degli antichi re merovingi e la cui storia e attività meritano di essere approfonditi.

Che siamo destinati a tenerci i soliti che comandano lo possiamo verificare anche a livelli più bassi, dal sindaco al presidente di questo o quell’ente pubblico. Sono ruoli che spesso si ereditano, come molti posti di lavoro. E potete essere giovani, carini,laureati, disoccupati quanto vi pare … se non fate parte di una determinata linea di sangue non avete speranze. Sarete sempre destinati alla mediocrità.
Ma non vogliamo parlare di lavoro a cui dedicheremo un prossimo articolo partendo dalla proposta della Finlandia di abolirlo.

Cerchiamo invece di capire se il fatto che il progenitore di tutti quelli che, come dicono dalle mie parti, se la commandeno, è uno e unico diventa l’aspetto più interessante di tutta la storia del genere umano. Storia che dovrà essere rivista, riconsiderata e riscritta. La storia del potere così come è arrivato fino a noi, con le sue apparenti degenerazioni, inizia nella notte dei tempi.

Ecco un uomo la cui vita e le azioni il mondo ha già condannato – ma la cui fortuna enorme ha fatto assolvere.
(Marco Tullio Cicerone)

Burocrazia e corruzione sono le chiavi di volta di tutto il sistema; sistema creato appositamente per impedirci di evolvere, fare qualsiasi cosa, essere sempre incazzati. Perchè chi se la commanna si nutre della nostra rabbia, la fomenta con atti che rientrano nello schema della guerra fra poveri. E dove regna la corruzione coesiste la paura.
Come dice Tacito

Più è corrotto lo stato, più numerose sono le sue leggi

ecco che si legifera su tutto, tutto deve essere regolamentato, controllato perché solo in questo modo ciò che facciamo diventa ciò che ci è concesso fare. E di questo dobbiamo essere eternamente grati a chi ci amministra.
Il progenitore comune a tutta la razza umana è definito last universal common incestor  (LUCA) ma questo aspetto, per quanto affascinante sia l’acronimo, riguarda più la biologia che la storia.