Select Page

IL NUOVO MADE IN ITALY DROGA PROSTITUZIONE CONTRABBANDO

Nuovo Made in Italy Droga Prostituzione Contrabbando

Il Nuovo Made in Italy: Droga, Prostituzione, Contrabbando

Genio e follia hanno qualcosa in comune: entrambi vivono in un mondo diverso da quello che esiste per gli altri. Arthur Schopenhauer

Un vero genio è colui che trova soluzioni a problemi che sembrano impossibili da risolvere.
Nel giorno dell’annuncio che nel conteggio del PIL (Prodotto Interno Lordo), che dovrebbe aiutarci a rientrare nei parametri imposti dall’Europa, faranno parte attività come Droga, Prostituzione e Contrabbando, le donne dei Clan mafiosi manifestano contro la riduzione dei loro stipendi.
Mogli, sorelle, figlie e madri di delinquenti in carcere lamentano che i soldi che il boss di turno elargisce per il loro sostentamento sono notevolmente ridotti.
Il Governo Ricalcola il PIL
Ma queste signore lo sanno che se le attività da cui dipendono i loro introiti rientreranno nel PIL, ci dovranno pagare le tasse? Infatti, con l’ufficializzazione che Droga, Prostituzione e Contrabbando sono attività del Made in Italy a tutti gli effetti, ci aspettiamo che vengano tassate come qualsiasi altro lavoro, proprio come gli artigiani, i liberi professionisti, i muratori, gli operai.

Un applauso al Governo!

E con l’ingresso di tali attività nel Made in Italy, aumenterà anche l’export italiano?
Ma torniamo alla manifestazione delle Casalinghe disperate.

Sembra che esista una sorta di Cassa di Mutuo Soccorso per garantire alle famiglie dei mafiosi detenuti il sostentamento, visto che il capofamiglia si trova impossibilitato a lavorare per cause di forza maggiore (il Gabbio).

Pare che oggi le cosche stiano vivendo una crisi di liquidità: sono aumentati gli arresti e di conseguenza sono aumentati i detenuti assistiti. Da qui, possiamo dedurre che anche ai delinquenti gli affari non vadano poi così bene.

Per far rientrare le loro attività nel conteggio del PIL dovremo diminuire gli arresti?
Perché se aumentano i delinquenti in giro, aumentano i loro affari; se aumentano i loro affari aumenta il PIL dell’Italia.
Saranno tassate queste attività che valgono miliardi di euro? Se possiamo conteggiarne il valore in euro siamo in grado anche di stabilire la quota tassabile, o no?

Che il Governo abbia in mente di rendere la Droga, la Prostituzione e il Contrabbando LAVORO LEGALE a tutti gli effetti?
Del resto, la prostituzione è il mestiere più antico del mondo.
Possiamo affermare che Cetto Laqualunque – Antonio Albanese era stato preveggente;

Cchiù PILu pe’ tutti … e cemento armato!

 

Informazioni sull'Autore

Circolo dei Tignosi

Grafico Pubblicitario con l’hobby della scrittura e l’attitudine alla provocazione. Non ha potuto fare nella vita ciò che voleva, si sfoga con il web. Attivista, creatrice e sostenitrice di Movimento Alieno perché … non si sa mai. Il Circolo dei Tignosi è il Blog dove contano le domande perché è nelle domande che si trovano le risposte.

5 Commenti

  1. Siaki

    Mi viene da dire che con la delinquenza e il contrabbando il PIL andrà alle stelle, ma se uno è delinquente perchè dovrebbe pagare le tasse, forse per diventare un delinquente onesto?

    Rispondi
    • Circolo dei Tignosi

      A Roma, nel quartiere dell’EUR, si trova il Palazzo della Civiltà Italiana. Su una delle sue facciate è incisa la frase: Italia, popolo di poeti, di artisti, di eroi, di santi, di pensatori, di scienziati, di navigatori e trasmigratori.
      Forse dovremmo aggiornarla, visti i tempi, aggiungendo delinquenti onesti.

      Rispondi
  2. Roby

    Visto che oramai facciamo per così dire “il callo” a tutto ci dovrá crescere anche quello per cui si ribalta il senso morale, quello dell’onestà, della retta via e diventerà onesto ciò che è disonesto, amorale cioò che è morale (ovviamente
    secondo Dio per chi crede), e retta via quella che porta alla delinquenza. Insomma una società dal bianco al nero con la benedizione di chi permette questo sfacelo, di chi tollera gli 80 milioni di euro pagati per un calciatore e non alimenta l’istituzione di uno stipendio , anche solo da FAME, per chi svolge onestamente il mestiere più antico che non è la prostituzione, ma il lavoro più bello , ma anche il più difficile, quello dei genitori. Educare al bene o al male? Non lasciamoci ingannare dai facili guadagni. Di borse firmate nella bara puoi introdurle una, al massimo due, altrimenti ne devi acquistare una più grande …e….non sai quanto costa !!!!!!!!!!

    Rispondi
    • Circolo dei Tignosi

      La società siamo noi. Sono dell’opinione che dobbiamo combattere tutto quello che non ci piace o che riteniamo non consono ai nostri valori con i pochi mezzi che abbiamo. Ad esempio il voto, ma anche il consumo e l’acquisto di merci e servizi. Come elettori dobbiamo informarci molto bene sulle persone che dovranno poi rappresentarci e fare il nostro bene/interesse. Come consumatori possiamo decidere se acquistare prodotti di aziende che sono proprietà di personaggi che reputiamo immorali. Ci sono aziende belle e accattivanti che producono alimenti che poi hanno interessi enormi in altre aziende che producono e vendono armi. Si può decidere anche di spegnere la televisione e smettere di guardare quei programmi che pongono l’apparire e il possedere come priorità della vita. Rientra anche questo nel mestiere, difficile, di genitore. Educare i figli a quei valori che NOI riteniamo fondamentali per una società civile. Il resto dobbiamo essere forti e bravi da riuscire ad eliminarlo dalla nostra vita.

      Rispondi
      • Siaki

        Quindi si potrebbe anche dire che se siamo messi così male è perché effettivamente ‘sti genitori un gran lavoro non lo hanno fatto e i figli, che vengono grandemente manipolati da stimoli discutibili trasmessi dai vari media, non riescono a venirne fuori in modo decente?

        Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Ultimi Tweets

Newsletter

Partners

Etruscan Corner il Portale delle Eccellenze dell'Etruria   Wobba-Jack Tattoo and Art Visita il Sito

Categorie

Archivi

Iscriviti all NostraNewsletter

Iscriviti all NostraNewsletter

Ricevi una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Iscrizione Confermata!