Select Page

NUOVA PICCOLA ERA GLACIALE

Nuova Piccola Era Glaciale

Nuova Piccola Era Glaciale

Alcuni giorni fa, un servizio TV sottolineava la positività del fatto che questa estate, una delle più fresche degli ultimi secoli, nessuno era stato costretto ad accendere il condizionatore per rinfrescare la casa.

Secondo più fonti l’estate fin qui trascorsa è risultata la più piovosa da 60 anni a questa parte.

Perché quest’anno non abbiamo avuto una vera e propria stagione estiva?
Alcuni esperti ritengono che ciò sia dipeso dal blocco della corrente a getto sull’Atlantico settentrionale, altri sono convinti che tutto dipende dall’attività anomala del Sole.
Esiste una relazione tra l’attività solare e il clima terrestre?
Riportiamo alcuni passaggi dell’articolo apparso sull’Irish Times del 12 Luglio 2013.

L’attività Bizzarra del Sole può Innescare un’altra Era Glaciale

Il sole si sta comportando in modo anomalo e gli scienziati non hanno idea del perché. L’attività solare è in graduale declino, una variazione dalla norma che in passato ha innescato un mini era glaciale della durata di 300 anni.

Nella teleconferenza svoltasi a Boulder Colorado, tre fra i più accreditati studiosi dell’attività solare, hanno presentato i risultati dei loro ultimi studi.

La conferenza era organizzata dell’American Astronomical Society e vi hanno partecipato esperti della NASA, dell’ High Altitude Observatory e il National Solar Observatory.

È stato evidenziato come l’attività solare, con massicce esplosioni e formazione delle macchie solari, sia in costante calo fin dalla metà degli anni ’40.

Il ciclo del sole dura 11 anni con un massimo, quando l’attività delle macchie solari è al suo apice, seguito da un minimo quando numero di macchie solari sono ridotte e sono più piccole e meno energiche. Oggi dovremmo essere a un picco di attività, al massimo solare.

Non è cosi.

La situazione attuale è fuori della norma e il numero di macchie solari sembra in declino costante. Il sole è in fase di “comportamento bizzarro”, ha dichiarato il dottor Craig DeForest.

“L’attuale periodo di massima attività del sole è molto ritardato e debole e porta a conclusioni che il ciclo delle macchie solari stesse potrebbe spegnersi o entrando in una fase dormiente”, ha detto prima della teleconferenza.

Lo specialista Irlandese di scienza solare Dr Ian Elliott, ex del Dublin Institute for Advanced Studies, ha citato i dati diffusi dalla Nasa il 1° luglio. Aveva chiesto a un gruppo di esperti di prevedere l’attività delle macchie solari utilizzando modelli, con un limite superiore e un limite inferiore.

Le previsioni hanno suggerito un totale medio mensile delle macchie solari che dovrebbe variare tra 90 e 140, ma in realtà la media mensile attuale è solo 67. Una media tipica massima durante gran parte del 20° secolo era di circa 200.

“E’ il minore massimo solare che si è visto in 100 anni”, ha detto il dottor David Hathaway della Nasa. Siamo attualmente nel ciclo solare 24, che è circa attivo la metà rispetto al ciclo 23, ma il ciclo 25 è probabile che sia ancora inferiore a causa di variazioni del flusso magnetico sulla superficie del sole.

La Dott. ssa Giuliana de Toma dell’Osservatorio High Altitude ha riconosciuto validi i segnali che l’attività solare sia in declino, ma questo non significa che la terra si stia dirigendo verso un altro “minimo di Maunder”. Questo fu il periodo compreso tra il 1645 e il 1725, quando l’attività solare fu molto bassa o inesistente, una situazione che ha causato una piccola era glaciale.

Il calo della attività delle macchie solari ha ancora il potenziale per influenzare il nostro tempo al peggio, ha detto il dottor Elliott . La ricerca del Prof. Mike Lockwood presso l’Università di Reading ha mostrato come una bassa attività solare potrebbe alterare la posizione della corrente a getto sul nord Atlantico, causando grande freddo durante i mesi invernali.

Questa è stata probabilmente la causa degli inverni molto freddi e nevosi nel corso del 2009 e del 2010.

“Tutto fa presupporre che siamo di fronte ad una nuova piccola era glaciale”, ha detto. “Sembra probabile che stiamo per entrare in un periodo di bassa attività solare e potrebbe significare che stiamo andando verso inverni molto freddi.”

E mentre i ricercatori negli Stati Uniti hanno diffuso i dati che mostrano un calo dell’attività, non hanno potuto prevedere cosa potrebbe significare per il futuro.

Sembra quindi che le teorie sul Global Warming debbano essere riviste. Ci aspetta veramente una Nuova

DICK AHLSTROM

Irish Times, 12 Luglio 2013

Informazioni sull'Autore

Circolo dei Tignosi

Grafico Pubblicitario con l’hobby della scrittura e l’attitudine alla provocazione. Non ha potuto fare nella vita ciò che voleva, si sfoga con il web. Attivista, creatrice e sostenitrice di Movimento Alieno perché … non si sa mai. Il Circolo dei Tignosi è il Blog dove contano le domande perché è nelle domande che si trovano le risposte.

2 Commenti

  1. Siaki

    Ancora una volta un articolo molti interessante. Ho cercato sul tubo dopo averlo letto ed ho trovato un sacco di intel sull’argomento. Effettivamente le previsioni sul global warming sono completamente sbagliate, sbagliato il concetto del controllo del clima, sbagliate le scie chimiche e così via. Esiste addirittura una petizione fatta da scienziati americani che vuole cancellarsi dal Protocollo di Kyoto, non stò a spiegare perché e percome, tocca cercare e leggere le informazioni. Grazie per l’articolo spero che raggiunga tanta gente e spero che altri lo condividano.

    Rispondi
  2. Luisa

    Non credo che la teoria del global warming escluda a priori, o venga esclusa, dallo studio del comportamento delle macchie solari e del sole. Probabilmente il nesso tra le due cose è troppo sottile ancora. Fatto sta che un riscaldamento della terra c’è, forse non allarmante come dicono.

    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Ultimi Tweets

Newsletter

Partners

Etruscan Corner il Portale delle Eccellenze dell'Etruria   Wobba-Jack Tattoo and Art Visita il Sito

Categorie

Archivi

Iscriviti all NostraNewsletter

Iscriviti all NostraNewsletter

Ricevi una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Iscrizione Confermata!