Select Page

MALE MINORE

Male Minore Circolo dei Tignosi Blog

Male Minore

In un momento di profonda crisi economica, ma soprattutto di crisi dei valori che stiamo vivendo, la morte di un bambino può diventare fonte di guadagno?
La Crisi economica che sta massacrando milioni di italiani può giustificare simili comportamenti?

Certo, se pensiamo che c’è chi specula sui migranti perchè

… rendono più dello spaccio di droga … (Salvatore Buzzi, Mafia Capitale)

non ci dobbiamo meravigliare poi così tanto.
Nell’antico diritto romano venne sancita la patria potestas dei genitori o meglio, del padre il quale aveva la potestà, appunto, di decidere della vita o della morte del proprio figlio. Il bambino come proprietà dei genitori. Il giovane romano è educato, sin dalla più tenera età, a essere un conquistatore, deve imporre la propria volontà, assoggettare tutti, dominare il mondo. E il genitore, se lo decide, può speculare sulla vita del figlio e disporne come meglio crede.
Nell’età classica, il concetto di bambino non esiste; secondo Roland Barthes si voleva che l’età dell’infanzia fosse il più breve possibile, una breve e veloce transizione verso l’età della ragione.
Nel 529 Giustiniano, nelle stesura del Corpus Iuris Civilis, dettò le nuove regole per la protezione dell’infanzia, in virtù delle quali, per la prima volta nella storia, il bambino assunse “personalità giuridica”
E’ a partire dalla fine del Settecento, con l’ opera di pedagogisti ed educatori quali Rousseau, Pestalozzi, Aporti e Froebel, che si sviluppa una nuova sensibilità verso l’infanzia. I bambini cominciano ad essere raffigurati come bambini. Ma solo i maschi! Perché da sempre le donne erano considerate esseri che non avevano né diritto all’istruzione né godevano di diritti politici.
Successivamente, con la Rivoluzione Industriale, i bambini tornano ad essere proprietà dei genitori, devono contribuire al benessere della famiglia, sono adulti in miniatura e come tali si devono comportare. Il bambino è visto come un piccolo selvaggio da educare in modo duro e burbero.

Chi risparmia il bastone odia suo figlio, ma chi lo ama si preoccupa della sua disciplina.

(Libro dei Proverbi 13:24)

Nel 1946 il pediatra Benjamin Spock pubblica il saggio Baby and Child Care dove consiglia ai genitori di trattare i bambini come individui e non focalizzarsi sulla disciplina per rafforzare il loro carattere.
Nasce quindi una nuova sensibilità nei confronti dell’Infanzia e dei bambini.

Alcune categorie di persone sono così sensibili da fare dei bambini l’oggetto dei loro desideri. Adulti attratti in maniera perversa dai bambini. Una strana attrazione sessuale, dove cambiano i soggetti e gli oggetti ma la cui motivazione è sempre la stessa: la colpa è del bambino che chiede affetto e vuole essere amato. Per questo provoca l’adulto, quasi lo manipola per soddisfare i suoi desideri. Quindi, ancora una volta, la colpa è della vittima non del carnefice.
Poi, siccome l’orrore non ha mai fine, il bambino vittima di violenza bestiale, inumana, subisce una ulteriore violenza: la sua morte diventa un affare, una sorta di assicurazione che la famiglia riscuote in caso di morte.
Ma l’oscenità della cosa a chi và imputata? Ai familiari o a chi gli sventola in faccia una mazzetta di euro? Certo, se i familiari avessero un briciolo di dignità prenderebbero a schiaffi colui o colei che fa certe proposte. Anche questi personaggi che in nome dello share distribuiscono soldi ai parenti delle vittime non ce l’hanno proprio una dignità … Evidentemente chi si somiglia si piglia, quindi in una congiunzione di eventi e obiettivi ecco che l’affare si fa! Forse sarebbe il caso di smetterla di guardare certe trasmissioni-spazzatura, Pubblico di Merda!

Largo all’avanguardia pubblico di merda/ Tu gli dai la stessa storia tanto lui non c’ha memoria (…) Fate largo all’avanguardia, siete un pubblico di merda applaudite per inerzia ma l’avanguardia è molto seria.

(Skiantos & Freak Antoni)

Informazioni sull'Autore

Circolo dei Tignosi

Grafico Pubblicitario con l’hobby della scrittura e l’attitudine alla provocazione. Non ha potuto fare nella vita ciò che voleva, si sfoga con il web. Attivista, creatrice e sostenitrice di Movimento Alieno perché … non si sa mai. Il Circolo dei Tignosi è il Blog dove contano le domande perché è nelle domande che si trovano le risposte.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Ultimi Tweets

Newsletter

Partners

Etruscan Corner il Portale delle Eccellenze dell'Etruria   Wobba-Jack Tattoo and Art Visita il Sito

Categorie

Archivi

Iscriviti all NostraNewsletter

Iscriviti all NostraNewsletter

Ricevi una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Iscrizione Confermata!