Il Mucchio Selvaggio Citazione

IL MUCCHIO SELVAGGIO

Il Mucchio Selvaggio. Niente a che vedere con il celebrato film di  Sam Peckinpah ma una storia tutta italiana.

Succede che mercoledì 22 luglio per la prima volta in Italia un’intera caserma dei Carabinieri viene messa sotto sequestro. E alcuni militari della Benemerita finiscono in manette.

Non si sa bene per quale scherzo dell’immaginazione, il pensiero è andato al fallito tentativo di golpe organizzato dal principe Junio Valerio Borghese nel 1970. Nel suo piano, l’arma dei Carabinieri avrebbe avuto un ruolo importante perché fortemente radicata sul territorio.

Infatti, in ogni paese d’Italia c’è la presenza dei Carabinieri con la loro caserma… ma questa è un’altra storia.

Il Mucchio-Selvaggio-I carabinieri Marandola- Sbarretti - La Rocca

I carabinieri Marandola, Sbarretti e La Rocca fucilati dai Tedeschi il 12 agosto 1944, passati alla storia come I Martiri di Fiesole

Il Mucchio Selvaggio

Grado di Efficienza

Nel 2018 durante la cerimonia per i 204 anni della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, gli uomini del Comando provinciale di Piacenza furono premiati per le delicate operazioni di servizio.

I carabinieri della Stazione Piacenza Levante ottennero nell’occasione una particolare menzione per i risultati conseguiti nelle attività di contrasto al fenomeno di spaccio di stupefacenti.

Nell’inchiesta, tra gli indagati coinvolti anche il comandante della Compagnia Piacenza, il maggiore Stefano Bezzecchieri che impone all’appuntato Montella di fare più arresti.

“Vediamoci quanto prima a quattr’occhi, in borghese, al di fuori del servizio… “, lo avverte al cellulare.

Sembra una faccenda nota negli ambienti delle forze dell’ordine che ai Carabinieri sia richiesto di effettuare il maggior numero possibile di arresti.

Il maresciallo Pietro Semeraro il 22 febbraio scorso si lascia scappare:

“Vabbè, comunque i ragazzi della Levante, più che gestiti devono essere ridimensionati, perché, forse, si sono allargati un po’ troppo”.

Il Mucchio Selvaggio Orazio Greco

Orazio Greco, Carabiniere morto il 18 luglio del 1915 nella battaglia di Podgora. (Credits: Vittorio Pisani)

Il Mucchio Selvaggio

Uno dei Carabinieri, nel corso di un’indagine per droga, era stato visto a bordo di un’auto con alcuni spacciatori al casello di Milano sud in pieno lock down da Coronavirus.

A quel punto sono scattate le intercettazioni telefoniche che hanno portato agli arresti degli appuntati Salvatore Cappellano, Angelo Esposito, Giacomo Falanga, Daniele Spagnolo e Giuseppe Montella.

Quest’ultimo, considerato la mente, secondo quanto riportato viveva una vita tra case e auto di lusso, molto al di sopra delle sue possibilità.

Il comandante di stazione Marco Orlando è ai domiciliari.

Sono inoltre stati arrestati i carabinieri Lorenzo Ferrante, Giovanni Lenoci e Angelo Minniti e un militare della Guardia di Finanza.

Invece pestavano i pusher che loro stessi sfruttavano.

Si sentivano padroni, e come tali venivano trattati in alcuni bar e ristoranti.

Organizzavano feste durante il lock down contando sul silenzio dei colleghi.

In un appartamento di Bareggio (Milano) l’appuntato Montella si recava spesso con con uno dei suoi intermediari, Daniele Giardino, per rifornirsi di stupefacenti.

L’appuntato Giuseppe Montella arriva persino a vantarsi dei pestaggi col figlio undicenne che incuriosito lo incalza:

“L’hai preso poi? Gliele avete date? Chi eravate? Chi l’ha picchiato?”. E l’appuntato: “Eh, un po’ tutti”.

Il senso d’impunità del militare si nota anche quando racconta a un collega di una serata a base di sesso  che si svolse all’interno della caserma Levante.

L’episodio vede protagonista il carabiniere Giacomo Falanga, in onore del quale, forse per una ricorrenza, si fece un festino nella stanza del comandante di stazione Marco Orlando con due donne: “Presumibilmente escort”, scrive il Gip.

Sempre tra gli indagati c’è anche il portavoce dei “Forconi” piacentini, Matteo Giardino, coinvolto nell’indagine con i suoi tre figli.

Il principale fatto contestato a Giardino è quello di aver trasportato due chili di marijuana per conto di uno dei figli da Milano a Piacenza il 9 marzo scorso in cambio di 400 euro.

L’uomo, muratore, poteva infatti spostarsi nonostante il lock down perchè impegnato nella ristrutturazione di una casa nell’hinterland milanese.

La mamma di Montella difende il figlio. “I soldi? Mi ha detto di averli vinti al Superenalotto”.

Il Mucchio-Selvaggio-Salvo D' Acquisto

Salvo D’ Acquisto morto il 23 settembre 1943 per salvare un gruppo di civili durante un rastrellamento delle truppe naziste

Il Mucchio Selvaggio

Giuseppe Montella, un uomo che “non mostra paura di nulla ed è dotato di un carattere particolarmente incline a prendere parte ad azioni pericolose e violente”.

Per sua mamma Giuseppina, invece, come racconta La Stampa, il carabiniere è “un bravo ragazzo. E tirano fuori Gomorra perché veniamo da Napoli. Se Peppe era di Piacenza non lo dicevano che era Gomorra”.

Secondo l’accusa l’appuntato Giuseppe Montella, per arrotondare lo stipendio statale gestiva un traffico di droga con l’aiuto dei colleghi, tra cui Salvatore Cappellano.

Il Mucchio-Selvaggio-Carosello Caserma Tor di Quinto

Carabinieri a cavallo (Credits: vignaclara.blog)

Il Mucchio Selvaggio
Il Mucchio-Selvaggio-Concerto della Banda dei Carabinieri

Concerto della Banda dei Carabinieri (Credits: anteprima24.it)

Il Mucchio Selvaggio

Un giro talmente redditizio che gli ha permesso di comprare una villa da 270 mila euro alle porte di Piacenza, dove nel periodo della quarantena, in barba ai divieti, riuniva parenti e amici.

E di comprare, dal 2008 ad oggi, 16 moto di grossa cilindrata e 11 macchine di lusso, tra cui Bmw, Mercedes, una Porsche Cayenne, e da febbraio scorso anche un’Audi pagata appena 10mila euro.

Come? Lo spiegano altri militari arrestati, non sapendo di essere intercettati: a suon di minacce e ceffoni.

Arrivando a minacciare i dipendenti della concessionaria veneta Autokino per pagare automobili alla metà del prezzo.

Montella e uno dei suoi sodali hanno minacciato il titolare di un concessionario per farsi vendere un’auto a un prezzo molto più basso di quello richiesto:

“Figa, sono entrato attrezzato, uno si è pisciato addosso, nel senso proprio pisciato addosso (…) L’altro mi ha risposto e l’ho fracassato”.

C’è questo e molto altro nelle carte dell’indagine della Guardia di Finanza, coordinata dal procuratore di Piacenza Grazia Pradella che ha dichiarato “non c’è stato nulla in quella caserma di lecito” e ha parlato di reati “impressionanti”.

Indaga anche la procura militare. L’Arma dei Carabinieri ha il rango di forza armata autonoma e forza militare di polizia.

Hanno pianto i carabinieri della Levante quando all’alba di mercoledì i finanzieri di Piacenza li hanno buttati giù dal letto, con in mano l’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Luca Milani, per portarli in prigione a Cremona.

Potranno trascorrere le lunghe ore in cella leggendo il libro Etica del Carabiniere. 

E magari ripassando Il Regolamento Generale.

Il Mucchio Selvaggio Etica del Carabiniere

Etica del Carabiniere – Testo realizzato dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri nel 2017

Il Mucchio Selvaggio

Il servizio della sicurezza pubblica, che più particolarmente è confidato al Corpo de’ Carabinieri Reali, impone ai Militari che lo compongono, degli obblighi, i quali l’interesse generale, e la sicurezza dello Stato far loro apprezzare.

Se per una parte sono armati per raffrenare i buoni; con l’urbanità delle loro maniere concilieranno l’amore ed il rispetto al Governo che gl’impiega, e la stima generale sarà la ricompensa della loro buona condotta, egualmente che ogni volta che adempiranno ai loro doveri con esattezza e nel modo indicato dal regolamento generale, saranno accompagnati dalla pubblica considerazione.