Consenso Informato Citazione

CONSENSO INFORMATO

Consenso Informato.

Niente può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata.

Quindi informatevi adeguatamente, poi prendete una decisione o sposate una teoria. A volte più che informazione è solo divertimento, senza fare male a nessuno.

Nel 2017, Newsweek ha pubblicato un articolo che collega il presidente Donald Trump a una serie di libri della fine del XIX secolo.

Consenso Informato Iwin, Viaggiatori nel Tempo - Indietro al Laboratorio  - 2018

Krzysztof Iwin, Viaggiatori nel Tempo – Indietro al Laboratorio  – 2018

Consenso Informato

BARON

I libri sono una macchina del tempo. (Jonathan Nolan)

Wilhelm Heinrich Sebastian von Troomp detto Little Baron è un ragazzino ricco e dalla fervida immaginazione.

Ha come mentore un uomo chiamato “Don” definito  anche “il padrone di tutti i padroni”.

Baron vive con i suoi ricchi e aristocratici genitori in un lussuoso palazzo chiamato Trump Castle.

Baron in uno dei suoi viaggi si reca in Russia dove scopre un portale per viaggiare nel tempo.

Il portale gli permette di visitare terre diverse  e un luogo fantastico definito Goggle Land (?).

Attraversa mondi fantastici e dimensioni alternative con mostri, giganti, demoni ed esplora la terra della “Regina Galaxa”.

The Last President è un uomo molto ricco, un magnate che vive nella Fifth Avenue a New York City.

Viene eletto presidente. Come candidato era impopolare, molto amato dai suoi sostenitori e molto odiato dai suoi oppositori, sentimenti che non lasciano molto spazio a una via di mezzo.

Estraneo fino a quel momento al mondo politico, si distingue per essere calmo, pacato, concreto e anti-establishment.

La sua retorica è principalmente rivolta all’uomo comune in nome del quale attua riforme apparentemente impopolari.

Come segretario all’Agricoltura, il presidente sceglie un uomo di nome Lafe Pence.

  1. Citazione: “Il palazzo sulla Quinta Avenue sarà il primo a sentire la furia della folla!”.
  2. Citazione: “Ricorda, piccolo Baron, il motto dei Trump: il percorso verso la gloria è disseminato di trappole e pericoli”.

BARRON

La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere. (Plutarco)

Barron è un ragazzino ricco cresciuto all’interno della Trump Tower, sulla Quinta Avenue di New York City, dove ha un intero piano tutto per sé.

La madre racconta che a Barron piacciono molto gli aerei, gli elicotteri e la tecnologia.

Ha una grande immaginazione, davvero impressionante. Viaggia molto e si ricorda tutto ciò che vede.

È un ragazzo intelligente, speciale, indipendente e sa esattamente cosa vuole.

Non fa altro che stare davanti ai computer, ignorando completamente tutto quello che gli gira attorno.

Ama indossare sempre gli stessi vestiti.

E’ definito da molti “strambo” perchè in pubblico si presenta distaccato, impacciato, sembra che non gli piaccia stare in mezzo alla gente.

Sta fermo e fissa le telecamere, finge ignoranza per far sì che gran parte della popolazione metta in discussione le sue capacità mentali concludendo che sia solo un bambino stupido.

Ha, invece, una forte personalità per cui viene chiamato “il piccolo Donald”.

Consenso Informato Karen Kreyeski Father And Son

 Karen Kreyeski, Father And Son

Consenso Informato

Lo zio John era un ingegnere elettronico e faceva parte del comitato che mise a punto il radar nel 1940.

Nel 1943, alla morte di Tesla, lo zio John viene incaricato dal governo americano di esaminare le scoperte di Tesla per valutarne l’uso bellico. Sembra che Tesla avesse sviluppato un modo per “percepire il futuro” tramite dei generatori elettromagnetici. Nel 1896 aveva avuto un’idea singolare, il Teslascopio, per comunicare con gli alieni, e nel 1921 lasciò intendere di aver ottenuto dei successi al riguardo. Ideò anche dei possibili velivoli spaziali, mai costruiti.
Nel 1933 inoltre alcuni giornali pubblicarono la rappresentazione del progetto di un’invenzione particolarmente bizzarra teorizzata da Tesla: una macchina fotografica dei pensieri.
Nell’ultima fase della sua vita,  Tesla provò a lavorare al Teleforce, un ipotetico raggio della morte in grado di dare la supremazia alla potenza che l’avesse posseduto. Dopo la sua morte, il governo – nel pieno della seconda guerra mondiale – provò quindi a verificare l’efficacia e l’applicabilità bellica di molti suoi brevetti.

Potremmo ipotizzare che lo zio John abbia trovato molti dati e informazioni ma che decida di non condividere tutto con i servizi segreti.

La sua famiglia potrebbe possedere la macchina per viaggiare nel tempo inventata da Nikola Tesla con la quale Don viaggia nel futuro scoprendo “che l’America era diventata una distopia nucleare causata dal terrorismo islamico radicale”.

Per impedire quel futuro, Don utilizzò i viaggi nel tempo, accumulando una fortuna per diventare presidente.

Anche Barron potrebbe avere accesso alla macchina del tempo.

Barron è una mente che viaggia nel tempo: “Svela i misteri dello spazio e delle tecnologie di domani …”

 

Testi e informazioni liberamente tratti da Ingersoll Lockwood: Marvelous Underground Journey of Baron Trump (1891), Little Baron Trump and his wonderful dog Bulger (1893), 1900 Or The Last President (1896) e da interviste rilasciate a media online.