Select Page

CACCIA AI POKEMON

Caccia ai Pokemon

Chi vive con un gatto lo sa. Il coinquilino peloso a volte si “incanta” e fissa il muro, l’anta di un armadio, qualcosa alle vostre spalle; sgrana gli occhi, sembra spaventato e voi non riuscite a capire il motivo. Semplicemente non vedete ciò che vede lui. I nostri gatti sono connessi naturalmente a un’altra realtà e percepiscono cose e esseri che noi, umani ancorati alla terza dimensione, non possiamo vedere.

Gli inventori del gioco dell’estate Pokemon GO! si saranno ispirati a questo?

Pokémon Go è in Italia da venerdì 15 luglio 2016. Si tratta di dare la caccia ai famosi animaletti virtuali nel mondo cosiddetto reale, utilizzano lo smart-phone,  la geo-localizzazione e la propria fotocamera per trovare e catturare i Pokémon.

È un gioco che sfrutta la realtà aumentata, ovvero:

Per realtà aumentata (o realtà mediata dall’elaboratore in inglese augmented reality, abbreviato “AR”), si intende l’arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni, in genere manipolate e convogliate elettronicamente, che non sarebbero percepibili con i cinque sensi.

E se questo gioco altro non fosse che una “pratica” per abituarci all’idea che esistono altre realtà, che quella che viviamo non è la sola e unica, che viviamo tutti in un ologramma gigante?

Si tratta di SOFT DISCLOSURE?

La caccia si svolge nei luoghi più disparati nel Mondo Reale. Ogni giocatore, infatti, dopo aver lanciato la app sul proprio smartphone, deve muoversi nell’ambiente che lo circonda e usare vari strumenti per catturare i Pokemon in cui si imbatte. Il connubio di reale e virtuale è esattamente ciò che rende il gioco allettante ma è anche, secondo alcune voci, una fonte di pericoli di varia natura.

Negli Stati Uniti che, come ben sappiamo, non si fanno mancare niente, hanno cominciato a segnalare pericoli e rischi.

Il nuovo videogioco basato sulla realtà aumentata: c’è il timore che spinga i giocatori a fare cose pericolose nel mondo reale. (The Washington Post)

La polizia di una città del Missouri ha arrestato quattro ragazzi che sfruttavano il gioco per attirare persone da derubare.

Un residente di Riverton nel Wyoming, a caccia di Pokemon trova un cadavere.

Pokemon Go, allerta globale: rischi sicurezza, pedofilia e persino terrorismo. L’altra faccia del gioco più scaricato di sempre.

Quattro utenti, dopo aver raggiunto i Pokestop, sono stati assaltati da banditi che hanno cercato di derubarli.

A New York, un giocatore notturno intento a catturare un Pokemon acquatico, complice il buio, finisce nel laghetto del Prospect Park di Brooklyn.

Non siamo mai contenti! Chi non si lamenta dei ragazzi stravaccati sul divano che passano intere giornate e nottate a giocare ai video games? Guardiamo l’aspetto positivo di Pokemon Go!

Si legge sul Play Store e App Store:

Non perdere tempo, mettiti le scarpe, esci ed esplora il mondo. I Pokémon sono là fuori: devi trovarli.

Finalmente! Diciamo che gli aspetti positivi possono essere molti: uscire di casa, camminare, muoversi, fare nuove amicizie, vedere luoghi che dal divano i casa non si possono raggiungere, respirare aria fresca, approfittare per buttare la spazzatura negli appositi cassonetti, sventare crimini che si compiono solo di notte quando non gira nessuno.

Eppoi, possiamo anche esclamare: Ma va’ a cercà i Pokemon!

Informazioni sull'Autore

Circolo dei Tignosi

Grafico Pubblicitario con l’hobby della scrittura e l’attitudine alla provocazione. Non ha potuto fare nella vita ciò che voleva, si sfoga con il web. Attivista, creatrice e sostenitrice di Movimento Alieno perché … non si sa mai. Il Circolo dei Tignosi è il Blog dove contano le domande perché è nelle domande che si trovano le risposte.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Ultimi Tweets

Newsletter

Partners

Etruscan Corner il Portale delle Eccellenze dell'Etruria   Wobba-Jack Tattoo and Art Visita il Sito

Categorie

Archivi

Iscriviti all NostraNewsletter

Iscriviti all NostraNewsletter

Ricevi una notifica alla pubblicazione di un nuovo articolo.

Iscrizione Confermata!