Affitto Monolocale Milano La Truffa

Affitto Monolocale Milano La Truffa

Certo che la fantasia supera la realtà… e a volte la condiziona.

Non è una cosa nuova ma le truffe degli appartamenti in affitto sono sempre lì pronte a colpire, non si sa se riescano ancora a fornire dei risultati ai truffatori ma sui siti di affitto appartamenti sono frequenti come le mosche sulla merda. Una molto in voga riguarda appartamenti nelle maggiori città italiane, situati in zone centrali offerti a prezzi molto vantaggiosi, riflettendo sull’offerta con un pò di giudizio sono condizioni impossibili, troppo bello per essere vero. Il tutto comincia con un annuncio dove generalmente viene offerto un costo ridicolo per un appartamento bello, generalmente mono o bilocali crediamo allo scopo di attrarre studenti fuorisede o altre tipologie simili, il prezzo include tutti i servizi, affitto, condominio, riscaldamento, wifi e chi più ne ha più ne metta. Questi annunci non hanno numero di telefono ma solo email, questi soggetti asseriscono di abitare all’estero e propongono un Escrow, chiaramente truffaldino, per accaparrarsi 1 mese di affitto più un’altro ammontare di caparra (un altra mensilità di affitto). Propongono questo versamento per venire in Italia a farvi vedere l’appartamento ma dubito molto che qualcuno abbia mai visto questi tipi, l’appartamento o i soldi versati. Purtroppo l’unica arma a disposizione degli utenti è il discernimento, a meno di non stare ancora ad aspettare Babbo Natale, un appartamento bellissimo a due soldi non ve lo affitterà nessuno.
Da giorni alla ricerca di un alloggio a Milano ad un certo punto la confusione è diventata tale che non ricordavo più a chi avevo scritto, a chi avevo chiesto informazioni su questo o quell’appartamento … tra le tante email di risposta mi arriva una da un certo Louis, medico chirurgo che vive a Madrid,  che mi propone il suo appartamento situato in Viale Sabotino 16. Il prezzo è incredibile, soprattutto per chi ha pratica degli affitti di Milano:

The rent for 1 month is 450 EURO (for the whole apartment) including all services, utilities (water, electricity, Internet, cable TV, parking, etc.), and I ask 500 EURO security deposit (returnable after leave the my apartment). I bought the apartment in Sabotino 16, Milano,for my daughter Stefania in 2012, when she was studying in Italy, but now have returned permanently. For this reason, I rented the apartment for an unlimited time and I’m looking for someone who wants to enter into a lease for a long term.

Rispondo prontamente chiedendo di vedere l’appartamento. Evidentemente, il mio inglese è troppo stentato e dopo due minuti mi arriva una email da una certa Antonella Morini che vive in Norvegia. Anche lei è proprietaria di un appartamento in Viale Sabotino ma stavolta al numero 43:

L’appartamento è completamente arredato e attrezzato (lavatrice, Smart TV, frigorifero, forno, forno a microonde, lavastoviglie, macchina per il caffè), molto ben tenuto e chiedo un affitto mensile di 550,00 comprese tutte le utenze (acqua, luce, gas + riscaldamento, cavo TV + internet, spazzatura). Ho optato per le fatture elettroniche a tutte le utenze e ogni mese le fatture dal mio conto da pagare.
Il contratto sarà come volete. (3 mesi, 6 + 6 mesi, 1 + 1 anni, 3 + 2 anni, 4 + 4 anni)
Chiedo un deposito di 550,00 € -1 mese di affitto.
L’unico problema è che io sono l’unico con le chiavi e non ho nessuno nella zona che potrebbe mostrare l’appartamento. Se si desidera noleggiare, posso inviarvi le chiavi e contratto con una società http://www.shiply.com/it/ che controllerà il pagamento e la consegna delle chiavi.

Sempre più insospettita scrivo su Google il nome di Louis Daniel Molle. Trovo subito un articolo che lo riguarda ma stavolta le case in affitto si trovano a Como. Poi, andando avanti scopro che ci sono altre persone che adottano lo stesso trucchetto: Forel Aurora che vive in Grecia, Carmen Olga Rabu che vive in Germania, Carmen Berman …

Decido quindi di fare una telefonata alla Polizia Postale ma mi sento dire che finchè rimane una questione “epistolare” e non c’è passaggio di soldi, questi personaggi non commettono nessun reato, fanno solo perdere tempo. Ma qualcuno è caduto nel tranello di questi malfattori?

Certe storie causano discredito nei confronti di questa splendida invenzione che è Internet, dando ai suoi detrattori e ai Cacciatori di Streghe un motivo in più per considerare il Web come Satana, insieme alla musica Metal.